Contattaci: 348 2658584 | info@promuovo.it

Scansione del sito con useragent camuffato
 
Ecco il classico esempio di scansione del sito eseguito da Google presentatosi come Firefox e poi successivamente come Google Bot.
In questo caso se fosse stato eseguito un classico script da pagedoor, Google si sarebbe accorto della differenza tra le due pagine mostrate.
Peccato però che queste tecniche possano impattare con i sistemi statistici del sito alterandone il numero dei visitatori (a parte Google che naturalmente conosce i suoi IP e può eliminarli dalle sue Analitycs).